Racconti dallo Stretto

Racconti dallo Stretto è un progetto di ricerca visuale, un laboratorio indipendente nato dall’esigenza di testimoniare le modificazioni di un territorio utilizzando le immagini come principale linguaggio.

Crediamo che la fotografia possa essere strumento di indagine della realtà sociale, fisica ed immateriale. Intendiamo il paesaggio come la pelle di un individuo che, al pari di rughe, tratti e cicatrici, riporta inesorabilmente i segni della sua identità, del suo modo di vivere, della sua bellezza, dei suoi abusi.

I Racconti sono visioni personali, storie brevi in cui la sintesi visuale diviene lo strumento principale di espressione: raccontare significa essere in grado di muoversi entro uno spazio limitato, per narrare, mostrare, ma anche per dubitare, chiedersi e chiedere perchè.

Lo Stretto è un territorio nel senso più ampio del termine: comprende in sé luoghi, personalità, espressioni e spazi differenti eppure sottilmente legati da caratteri univoci. In questo senso il racconto visuale è da considerarsi un punto privilegiato di osservazione dei mutamenti di un’area sempre più in bilico tra forza e fragilità.

Attraverso il ritratto ambientale e la fotografia di paesaggio, Racconti dallo Stretto si propone di creare un archivio fondato proprio sulla ricerca dell’identità, storica e contemporanea, di quest’area.
L’archivio è aperto, non ha limiti temporali e intende continuare a raccogliere contributi che, con il passare del tempo, permetteranno una migliore lettura critica del territorio.

Racconti dallo Stretto nasce in una settimana di lavoro con Filippo Romano, a cavallo tra ottobre e novembre 2013, all’interno del Festival di Fotografia La Misura del Paesaggio, a Pentedattilo. Nasce come un’idea.
E in breve si trasforma, per non richiudersi su sé stessa, per mantenere aperto il dibattito, basandosi sulla convinzione che il ragionamento debba essere un dialogo a più voci.

Per questo, si avvale di una molteplicità di punti di vista, con il contributo di fotografi, artisti e ricercatori che indagano, attraverso le immagini, le trasformazioni urbane e sociali del paesaggio.

Partecipano al progetto:
Daniele Calabrese, Giovanna Catalano, Gianluca Chininea, Francesca Condoluci, Valter Cozzupoli, Giuseppe Cremona, Giacomo Fierro, Concetta Fortugno, Giorgia Foti, Mariangela Giovinazzo, Emanuela Lavecchia, Vincenzo La Rosa, Domenico Lofaro, Stefania Mafrica, Francesca Marra, Antonia Messineo, Caterina Morano, Massimo Ragona, Francesco Rotilio, Francesca Scaringi, Angela Serravite, Cecilia Vaccari.

Racconti dallo Stretto è un progetto dell’associazione Il Cerchio dell’Immagine, nato in seno al festival “La Misura del Paesaggio”.

REDAZIONE
Filippo Romano

WEB
Giuseppe Melia

 


Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks